INVITO 2 - 2004

 

Ammissibilità dei Progetti

 

Ai fini della ammissibilità alla fase di valutazione, i Progetti di formazione presentati al finanziamento del Fondo devono:

 
  • pervenire entro la data di scadenza;
  • allegare il Piano Formativo di riferimento e, in coerenza con questo, devono specificare:
    1. almeno il 50% delle aziende beneficiarie degli interventi previste all'inizio effettivo delle attività formative. Al momento della comunicazione di avvio di attività dovrà essere fornito l'elenco delle imprese e dei lavoratori coinvolti. Per quanto riguarda le imprese potranno essere modificati i nominativi comunicati all'atto di presentazione dei progetti fino ad un massimo del 30%;
    2. le caratteristiche e il numero delle aziende e dei lavoratori coinvolti.
  • essere presentati, completi delle informazioni richieste, su apposita modulistica predisposta dal Fondo (Allegato B2a e B2b) e devono indicare obbligatoriamente, laddove diversa dal soggetto presentatore , la struttura formativa comunque accreditata presso la Regione di riferimento di cui si avvale il soggetto presentatore. In tal caso:
    1. non si configura delega a terzi , se l'attività formativa è affidata ad Enti o Agenzie, comunque accreditate, organicamente collegate ai soggetti presentatori e pertanto la rendicontazione avverrà per singole voci di spesa;
    2. si configura delega a terzi nell'ipotesi in cui il soggetto presentatore intenda avvalersi di strutture formative diverse da quelle sopra indicate, sempre accreditate nella Regione di riferimento. L'attività delegata non può realizzarsi per importi superiori al 30% del totale dei costi diretti alla realizzazione delle attività formative. Non sono delegabili le ulteriori attività previste nel Progetto. Il quadro completo delle deleghe previste dal soggetto presentatore deve potersi desumere dal Progetto presentato.
 

Non saranno altresì ammessi alla successiva fase di valutazione i Progetti:

 
  • che prevedono uno sviluppo della tempistica delle attività e delle azioni che superi i limiti minimi e massimi di durata indicati al punto b3);
  • per i quali sono stati richiesti ed approvati, all'atto della presentazione, finanziamenti pubblici ovvero a valere su altre fonti, salvo che costituiscono cofinanziamento delle stesse attività. All'uopo dovrà essere allegata alla modulistica di presentazione del Progetto una dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, con la quale il soggetto presentatore attesta di non aver richiesto i predetti finanziamenti o di non averli avuti approvati o di formale rinuncia agli stessi, ovvero che gli stessi costituiscono cofinanziamento.
 

L'istruttoria di ammissibilità viene eseguita a cura del Gruppo Tecnico di Valutazione istituito presso la sede Nazionale del Fondo, ovvero dai Gruppi Tecnici di Valutazione istituiti presso le Articolazioni Regionali del Fondo costituite ed operanti alla data del 31 gennaio 2005.

I Progetti ammissibili sono sottoposti a successiva valutazione.

Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro