DPCM 2 MARZO 2021

 

Come è noto, il 2 marzo è stato firmato il nuovo DPCM contenente le misure che entreranno in vigore a partire dal prossimo 6 marzo e fino a tutto il 6 aprile 2021, per contenere e prevenire il contagio da Covid-19.

Ai nostri fini rilevano le disposizioni di cui all’art.25, punto 7), fatta eccezione per i territori rientranti nella c.d. “zona bianca”.

L’art. 25, infatti, si riferisce direttamente ai “Corsi di formazione” e, al punto 7, contiene una serie di indicazioni che, partendo dalla conferma che i corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo con modalità a distanza, prevedono ambiti e condizioni in cui è possibile l’attività formativa in presenza.

Ribadendo che è possibile, ove necessaria, l’attività formativa in presenza nell’ambito di tirocini, stage e attività di laboratorio (nel rispetto del Documento tecnico dell’INAIL per il contenimento del contagio dal SARS CoV-2), il nuovo DPCM consente:

a) “…la formazione in azienda esclusivamente per i dipendenti dell’azienda stessa”, indipendentemente dalla metodologia formativa, ma “…secondo le disposizioni emanate dalle singole Regioni”, riferibili a misure eventualmente più restrittive (come stabilito nella recente sentenza della Corte Costituzionale del 24 febbraio u.s.);

b) corsi di formazione in materia di protezione civile, salute e sicurezza;

c) corsi di formazione individuali e quelli che necessitano di attività di laboratorio.

Pertanto, a superamento del chiarimento pubblicato il 5 febbraio u.s. e della relativa precisazione del 25 febbraio, si ritiene che a partire dal 6 marzo saranno consentiti gli ambiti e le condizioni di formazione in presenza di cui ai precedenti punti a), b) e c).

Al riguardo, il Fondo ribadisce che gli adempimenti per garantire lo svolgimento in sicurezza delle suddette attività, nei limiti e con le condizioni di cui sopra, sono in capo al datore di lavoro (o preposto), al pari delle responsabilità comunque presenti durante lo svolgimento delle normali attività lavorative, nonché del Titolare di Progetto e degli altri Strumenti di formazione

 
 

Roma, 4 marzo 2021

Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro