• Domande Generali

INVITO 1 - 2021

Domande & Risposte

Domande Generali

D: In quali termini le organizzazioni costituenti il Fondo, che svolgono attività di rappresentanza (associazioni imprenditoriali e/o sindacali) ed i soggetti ad esse organicamente collegati, possono partecipare all’Invito 1° - 2021?
R: Le associazioni di rappresentanza ed i soggetti ad esse organicamente collegati possono essere soggetti beneficiari su tutte le linee di finanziamento ad eccezione delle Linee 7 e 8.

D: Cosa si intende per neo adesione?

R: Per imprese neo aderenti si intendono tutte quelle aziende che hanno aderito al Fondo a partire dalla data di pubblicazione dell’Invito 1°- 2021, cioè il 4 gennaio 2021.

D: Vale il mese di iscrizione o il mese di competenza?

R: Vale il mese di iscrizione; infatti le aziende che hanno inviato la denuncia contributiva nel mese di gennaio con competenza dicembre 2020 visibile dal cassetto previdenziale Inps, sono neo aderenti.

D: Le aziende che posseggono i requisiti di neo adesione alla candidatura del primo progetto ottenendo il punteggio, perdono lo status di neo adesione?
R: Le aziende neo aderenti rimarranno tali per tutta la durata dell’Invito, a prescindere dal numero di interventi ai quali parteciperanno.

D: Possono essere considerate neo aderenti anche le aziende che, migrate in un altro Fondo, ora rientrano a Fondartigianato?
R: Saranno considerate neo aderenti anche quelle aziende che ritornano a Fondartigianato dal 4 gennaio 2021, anche se beneficiarie di contributi da precedenti programmazioni.

D: Sono “premiate” anche le imprese che non hanno mai beneficiato di contributi del Fondo dal 2011? Cosa si intende per “mai beneficiato”?
R:  Come per le imprese neo aderenti, è prevista la stessa premialità anche per tutte quelle imprese che non hanno mai beneficiato di contributi del Fondo dal 2011. Per “mai beneficiato”, si intende che non hanno mai avuto progetti approvati. Eventuali rinunce e/o revoche a progetti approvati, non faranno rientrare le aziende in questa casistica.

D: Come verrà assegnato il punteggio per la neo adesione o per le imprese che non hanno mai beneficiato?
R:  Nella tabella che segue sono riportate alcune casistiche che rappresentano esempi di combinazione delle caratteristiche delle aziende coinvolte ed il relativo punteggio conseguibile:

 
 

D: E’ possibile per i lavoratori beneficiari di interventi di sostegno al reddito partecipare alla formazione erogata da Fondartigianato?
R: Sì, infatti rimane in vigore quanto pubblicato nella nota del 3 Aprile 2020 anche per la nuova programmazione. “I dipendenti beneficiari di interventi di sostegno al reddito potranno a tutti gli effetti partecipare alla formazione di Fondartigianato, così come i dipendenti che si trovano in modalità di lavoro agile. Coloro che si trovano invece in ferie “forzate” non potranno partecipare alla formazione”.

D: Le deroghe al Regolamento Generale degli Inviti pubblicate del CdA del 08 aprile 2020 saranno valide anche sull’Invito 1° - 2021?
R: Le deroghe saranno applicate anche alla programmazione 2021.

D: Saranno aumentati del 30% tutti i massimali su tutte le linee?

R: I massimali saranno aumentati su tutte le linee tranne che per la Linea 3 FSBA, perché non fa plafond e per le Linee 7 e 8, perché hanno dei loro massimali specifici.
Nel caso in cui un’azienda presentasse sulle Linee 7 e/o 8 e chiedesse tutto il massimale disponibile, potrà per il resto della programmazione, chiedere le eventuali risorse residue date dal plafond del Regolamento aumentato del 30%.
Esempio 1: azienda con 8 dipendenti presenta un PAS da 15.000€ avendo un plafond specifico di 20.000€, sulla Linea 1 potrà disporre di 4.500€ di residui, essendo il massimale da Regolamento per le aziende fino a 10 dipendenti aumentato a 19.500€.
Esempio 2: azienda con 5 dipendenti presenta un JIT da 5.000€ utilizzando tutto il suo massimale specifico, sulla Linea 1 potrà disporre di 14.500€ di residui, essendo il massimale da Regolamento per le aziende fino a 10 dipendenti aumentato a 19.500€.  
D: Come si può favorire l’inclusione sociale nel nuovo invito? Cosa si intende per “target mirati” in questa nuova programmazione?
R: L’inclusione sociale deve prevedere necessariamente il coinvolgimento dei target mirati nei progetti. Nell’Invito 1°- 2021 i target comprenderanno: donne, stranieri e giovani under 35, ovvero che non abbiano ancora compiuto il 36esimo anno di età alla data di presentazione del progetto.
Affinché si realizzi l’obiettivo dell’inclusione sociale sarà necessario, oltre a coinvolgere le figure su indicate, specificare come la formazione erogata raggiunga uno o più obiettivi indicati all’interno dell’Invito.

D: I percorsi devono prevedere il coinvolgimento esclusivo di target mirati oppure possono prevedere una partecipazione mista?

R: Non è necessario destinare percorsi esclusivi ai target mirati ma potranno essere percorsi misti.

D: E’ possibile prevedere in questa programmazione tematiche relative alla sicurezza sul lavoro, alla sicurezza normata professionalizzante e le tematiche relative alla sicurezza Covid?

R: Tutta la sicurezza normata professionalizzante potrà trovare spazio nei contenuti dei progetti presentati sul presente Invito 1-2021, compresa tutta la sicurezza riguardante le procedure Covid per il contenimento della pandemia, così come descritto infatti tra le finalità generali dell’Invito.
Ovviamente, si rammenta che tutta la formazione c.d. ”obbligatoria”, ivi compresa quella in materia di salute e sicurezza può essere finanziata esclusivamente in “de minimis”.

Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro