• Integrazione Invito 1°-2019 – Fondo Nuove Competenze

INTEGRAZIONE ALL’INVITO 1° - 2019 PER CONSENTIRE L’ACCESSO AL FONDO NUOVE COMPETENZE ATTRAVERSO LE LINEE

2 - PROGETTI DI SVILUPPO

5 - PROPOSTE FORMATIVE VOUCHER

8 - INTERVENTI JUST IN TIME


 

Il Consiglio di Amministrazione del Fondo Artigianato Formazione, Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua costituito da Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, Cgil, Cisl, Uil,

 

Visti:

il quadro normativo di riferimento, costituito da:

  • l’art 118 della legge 23 dicembre 2000, n°388, come modificato dall’art 48 della legge 27 dicembre 2002, n° 289, dall’art. 1 comma 151 legge 30 dicembre 2004 n. 311 e dall’art. 13, comma 13 della legge 14 maggio 2005, n°80 di conversione del decreto-legge 14 marzo 2005, n°35;
  • i Decreti Interministeriali del 23 aprile 2003 e del 20 maggio 2005 adottati di concerto dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministro dell’Economia e delle Finanze;
  • il D. Lgs n°150/2015;  gli atti costitutivi, regolamentari e deliberativi del Fondo, in particolare:
  • l’atto costitutivo del Fondo Artigianato Formazione, riconosciuto e autorizzato con Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 31 ottobre 2001;
  • lo Statuto di Fondartigianato ed il Regolamento Generale di organizzazione, gestione, rendicontazione e controllo del Fondo, approvato con DDG n°163 del 17 aprile 2019;
  • la delibera del CdA del 3 luglio 2019 relativa alla pubblicazione dell’Invito 1° - 2019, attraverso il quale sono stati messi a disposizione per attività formative complessivi 35 milioni di euro distribuiti su 9 Linee di finanziamento, ciascuna articolata – nel periodo di validità dell’Invito settembre 2019 - dicembre 2020 - in  scadenze, modalità e Strumenti specifici di presentazione delle domande di formazione;
 

Visti:

  • ilDecreto Interministeriale del 9 ottobre 2020 adottato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, con il quale viene data attuazione al Fondo Nuove Competenze, di cui all’articolo 88, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, recante “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, convertito con legge 17 luglio 2020, n. 77, e successive modificazioni e integrazioni.
  • Il Fondo Nuove Competenze, istituito presso l’ANPAL, interviene per consentire la graduale ripresa dell’attività dopo l’emergenza epidemiologica, con la finalità di innalzare il livello del capitale umano nel mercato del lavoro offrendo ai lavoratori l’opportunità di acquisire nuove o maggiori competenze e di dotarsi degli strumenti utili per adattarsi alle nuove condizioni del mercato del lavoro, sostenendo le imprese nel processo di adeguamento ai nuovi modelli organizzativi e produttivi determinati dall’emergenza epidemiologica da COVID-19.
  • Possono accedere al Fondo Nuovo Competenze tutti i datori di lavoro del settore privato che abbiano stipulato gli accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa, destinando parte dell’orario di lavoro alla realizzazione di appositi percorsi di sviluppo delle competenze del lavoratore;
  • l’art. 8 del citato Decreto Interministeriale, il quale, in attuazione di quanto disposto dal comma 3 dell’articolo 88 del Decreto Legge n. 34/2020 del 19.05.2020, prevede che i Fondi Paritetici Interprofessionali possono partecipare al Fondo Nuove Competenze, anche a seguito dell’approvazione dell’istanza di contributo presentata dalle imprese da parte di ANPAL, attraverso il finanziamento di azioni di formazione che facciano specifico riferimento alle finalità di cui all’articolo 1 del medesimo D.I.;
  • l’Avviso Pubblico Fondo Nuove Competenze – FNC, pubblicato dall’ANPAL il 4 novembre 2020, con il quale, in coerenza con il quadro regolamentare definito dal Governo nazionale per contrastare gli effetti economici dell’epidemia causata dal COVID19 e, in particolare, considerati l’art. 88 comma 1 del Decreto Legge n. 34/2020, l’art. 4 del Decreto Legge n. 104/2020 e il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro  dell’Economia e delle Finanze del 9 ottobre 2020, pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il 22 ottobre 2020 (Decreto di attuazione), ANPAL, ha reso note le modalità per l’accesso al FONDO NUOVE COMPETENZE (di seguito “FNC”).
 

Considerato:

  • che le Parti Sociali costituenti Fondartigianato hanno espresso la volontà a che il Fondo partecipi al Fondo Nuove Competenze, valutando lo strumento un’opportunità per le imprese aderenti  e i loro dipendenti, affinché possano essere percorse tutte le iniziative e le azioni a sostegno delle attività produttive e di servizio, finalizzate non solo al superamento della crisi indotta dalla pandemia, ma anche a recuperare margini di crescita e di sviluppo  per consolidare e ampliare le aspettative della ripresa economica e sociale del Paese;
  • che il Consiglio di Amministrazione, nel recepire la volontà delle Parti Sociali, ha verificato che è possibile, attraverso la deliberazione e pubblicazione di una integrazione ad hoc dell’Invito 1°-2019, destinare risorse non ancora assegnate a Progetti da approvare per le singole imprese che rispondano alle finalità di cui all’art. 1 del D.I. del 9 ottobre 2020 e, in particolare:
    1. le risorse ancora disponibili per le ATI Titolari dei Progetti di Sviluppo approvati a valere sulla Linea 2 dell’Invito 1°-2019, per la presentazione di Progetti operativi a scadenza continua e aperta;
    2. le risorse ancora disponibili per i Titolari delle Proposte Formative Voucher approvate a valere sulla Linea 5 dell’Invito 1°-2019, per la presentazione di Progetti esecutivi a scadenza continua e aperta;
    3. le risorse ancora disponibili per la presentazione a sportello di Progetti Just in time a valere sulla Linea 8 dell’Invito 1°-2019, riferiti ai Piani formativi Regionali /Nazionali di Settore (come pubblicati sul sito web del Fondo);
  • che le finalità generali dell’Invito 1°-2019 e, nello specifico, gli obiettivi e gli ambiti di intervento ivi previsti per le Linee 2, 5 e 8 sono coerenti con le finalità cui intende rispondere il Fondo Nuove Competenze,

delibera:

  • che a partire dal 4 dicembre 2020 potranno essere presentati a Fondartigianato, a valere sulle Linee 2, 5 e 8, rispettivamente Progetti operativi, Progetti esecutivi e Progetti Just in Time per la realizzazione di attività di formazione continua per i lavoratori di imprese aderenti al Fondo,
    1. che abbiano stipulato entro il 31 dicembre 2020 accordi sindacali di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive, destinando parte dell’orario di lavoro alla realizzazione di appositi percorsi di sviluppo delle competenze dei dipendenti attraverso i Progetti presentati a Fondartigianato;
    2. che intendano accedere al Fondo Nuove Competenze in forma singola per ricevere il contributo corrispondente al costo del lavoro orario sostenuto per singolo lavoratore per il complessivo delle ore impegnate nell’intervento formativo (nei limiti massimi di 250 ore per dipendente).
 

PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE

Nel caso in cui le imprese aderenti al Fondo intendano presentare direttamente e singolarmente all’ANPAL istanza di accesso al contributo da parte del FNC, è necessario che nel Titolo del Progetto operativo/esecutivo o Just in time, sia evidenziato che l’intervento formativo è oggetto di richiesta di contributo al FNC (utilizzando all’inizio del Titolo la dicitura “Progetto integrato FNC”).

Ciò al fine di attivare un “percorso più accelerato” delle singole procedure di istruttoria previste per le diverse tipologie di Progetti ai fini della loro ammissione a finanziamento.
Fondartigianato mette a disposizione delle imprese aderenti, sul proprio sito www@fondartigianato.it  la modulistica richiesta dall’ANPAL per la presentazione delle istanze in forma singola, assicurando altresì la disponibilità dei propri Uffici per eventuali richieste di chiarimento o esigenze di assistenza tecnica per la compilazione dei diversi modelli.

I Progetti presentati e approvati a valere sulla presente integrazione dell’Invito 1°-2019 dovranno essere realizzati secondo quanto previsto dal dispositivo dell’Invito 1° - 2019 e dal Regolamento generale degli Inviti di Fondartigianato (Ed. Ottobre 2017) e relative successive deroghe se ancora in vigore, ad eccezione di quanto previsto per i tempi di avvio/conclusione delle attività formative, poiché, ai sensi dell’art. 3 del D.I. del 9 ottobre 2020, i Progetti non potranno essere avviati prima della concessione del contributo da parte di ANPAL e dovranno concludersi entro e non oltre i 120 giorni dalla concessione del contributo richiesto a carico del Fondo Nuove Competenze.

A tal fine, copia della concessione del contributo da parte del FNC deliberata dall’ANPAL dovrà comunque essere trasmessa a Fondartigianato, anche qualora tale concessione sia avvenuta precedentemente la candidatura del Progetto formativo sulla piattaforma informatica di Fondartigianato.

Fondartigianato si riserva la possibilità di valutare eventuali forme, condizioni e modalità  per sostenere le imprese, qualora l’istanza presentata non venisse accolta dall’ANPAL

In materia di aiuti di Stato, in attesa che vengano assunte ed indicate le misure per l’applicazione del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19, adottato dalla Commissione Europea il 19 marzo 2020 e modificato il 3 aprile 2020, i contributi del Fondo saranno concessi ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18.12.2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”.

Laddove fosse necessario richiedere il contributo del Fondo ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17.6.2014 , si precisa che il cofinanziamento, secondo le misure previste dal suddetto Regolamento, non potrà essere costituito da oneri riferibili al costo del lavoro dei dipendenti interessati dall’intervento formativo.

In ogni caso il contributo richiesto a Fondartigianato sarà esclusivamente quello relativo alla realizzazione del Progetto, per il quale sarà rilasciata la concessione con le modalità appresso indicate.

In applicazione di quanto previsto dal Decreto del Ministero dello sviluppo economico n. 115 del 31/05/2017 pubblicato sulla G.U.R.I. serie generale n. 175 del 28/07/2017, i contributi saranno concessi previa interrogazione sul Registro Nazionale Aiuti di Stato e pertanto, per ciascuna azienda beneficiaria sarà resa disponibile specifica comunicazione riportante i dati identificativi delle visure effettuate ai fini della concessione ed i dati identificativi del progetto ed il CUP (Codice Unico di Progetto) da indicare sulla documentazione amministrativa e contabile del Progetto o degli altri Strumenti di formazione. In caso di Titolare non coincidente con l’azienda beneficiaria, la comunicazione di concessione deve essere resa disponibile all’azienda a cura dello stesso Titolare di Progetto. Il Fondo procede alla registrazione sul Registro Nazionale Aiuti dei contributi concessi e delle successive eventuali variazioni.

(*) (Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17.6.2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato (GU l 187 del 26.6.2014) e del DD del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali “Regolamento per la concessione di aiuti alle imprese per attività di formazione continua esentati ai sensi del regolamento (CE) n. 651/2014” (Aiuto di Stato SA.40411), oppure del Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18.12.2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”).

 

INFORMAZIONI

La presente integrazione all’Invito 1°- 2019 è disponibile sulla pagina del Fondo all’indirizzo: wwww.fondartigianato.it.

Per ogni ulteriore informazione riguardante la presentazione dei progetti e degli altri strumenti di formazione si può scrivere agli indirizzi e-mail: invito@fondartigianato.it o controllo2@fondartigianato.it indicando nell’oggetto della mail Integrazione FNC

Roma, 25 novembre 2020

 

ALLEGATI

 
Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro