INVITO 1 - 2019

 
  1. Ambiti di intervento della consulenza
  2. Tipologia degli interventi: Richieste di acquisto
  3. Soggetti presentatori
  4. Durata delle Richieste di acquisto
  5. Ammissibilità, verifica di conformità ed approvazione
  6. Risorse finanziarie
  7. Modalità e termini per la presentazione delle Richieste di acquisto di servizi di consulenza
  8. Informazioni
 

 

INTEGRAZIONE LINEA 9 - RICHIESTE DI ACQUISTO DI SERVIZI DI CONSULENZA

 

Il Consiglio di Amministrazione del FONDO ARTIGIANATO FORMAZIONE,
in considerazione

-    delle misure legislative introdotte con il Decreto-legge n°18 del 17 marzo 2020, recante “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19” (c.d. Decreto “Cura Italia”);
-    dei Protocolli condivisi di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro sottoscritti, a da quello sottoscritto del 14 marzo 2020, su invito del Governo, tra le Parti Sociali e delle sue ulteriori declinazioni a livello nazionale, regionale, territoriale o settoriale;
con l’obiettivo
-    di mettere a disposizione, oltrechè nuove risorse con un apposito Invito COVID, anche nuovi strumenti che, ad integrazione di quelli già previsti nell’Invito 1° - 2019 ancora in corso, diano la possibilità di sostenere le imprese aderenti nella individuazione di interventi di organizzazione o riorganizzazione aziendale, se non addirittura di riconversione o trasformazione di impresa, al fine di contrastare e superare gli effetti derivanti dall’emergenza sanitaria da COVID-19 sulla salute delle persone che lavorano e sulla tenuta economica e produttiva delle stesse aziende,

in data 23 aprile 2020 ha deliberato la pubblicazione di una integrazione agli ambiti di intervento previsti dalla Linea 9 dell’Invito 1° - 2019, al fine di poter riconoscere l’acquisto di servizi di consulenza per la predisposizione di specifici piani aziendali di riorganizzazione, riconversione o trasformazione dell’attività produttiva o di servizio per una ripresa rapida e in sicurezza, avuto riguardo pure ad eventuali fabbisogni formativi correlati.

I contributi del Fondo saranno concessi nel rispetto della normativa comunitaria in materia di aiuti di Stato.
In particolare, essi saranno concessi ai sensi dei provvedimenti assunti nell’ambito della Comunicazione C(2020) 1863 final “Temporary Framework for State aid measures to support the economy in the current COVID-19 outbreak” (Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19, adottato dalla Commissione il 19 marzo 2020 e modificato il 3 aprile 2020) che integrano, ma non sostituiscono, i regimi di aiuti vigenti , che pertanto potranno essere prescelti nell’ambito del presente Invito.

In applicazione di quanto previsto dal Decreto del Ministero dello sviluppo economico n. 115 del 31/05/2017 pubblicato sulla G.U.R.I. serie generale n. 175 del 28/07/2017, i contributi saranno concessi previa interrogazione sul Registro Nazionale Aiuti di Stato e pertanto, per ciascuna azienda beneficiaria sarà resa disponibile specifica comunicazione riportante i dati identificativi delle visure effettuate ai fini della concessione ed i dati identificativi del progetto ed il CUP (Codice Unico di Progetto) da indicare sulla documentazione amministrativa e contabile del Progetto o degli altri Strumenti di formazione. In caso di Titolare non coincidente con l’azienda beneficiaria, la comunicazione di concessione deve essere resa disponibile all’azienda a cura dello stesso Titolare di Progetto. Il Fondo procede alla registrazione sul Registro Nazionale Aiuti dei contributi concessi e delle successive eventuali variazioni.


1) (Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17.6.2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato (GU l 187 del 26.6.2014) e del DD del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali “Regolamento per la concessione di aiuti alle imprese per attività di formazione continua esentati ai sensi del regolamento (CE) n. 651/2014” (Aiuto di Stato SA.40411), oppure del Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18.12.2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”).

 

Ambiti di intervento della consulenza:

  • consulenza per la ripresa dell’attività secondo le misure stabilite nei Protocolli condivisi di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, a partire da quello sottoscritto il 14 marzo 2020, su invito del Governo, tra le Parti Sociali e delle sue ulteriori declinazioni a livello nazionale, regionale, territoriale o settoriale, con eventuale individuazione, laddove già emergenti, dei fabbisogni formativi;
  • consulenza per piani di riorganizzazione aziendale (es. cicli e assetti produttivi, approvvigionamenti, magazzino, distribuzione, commercializzazione, introduzione di modalità alternative di lavoro) o di riconversione produttiva o di trasformazione dell’attività di impresa, con eventuale individuazione, laddove già emergenti, dei fabbisogni formativi emergenti
 

 

Tipologia degli interventi: Richieste di acquisto

La tipologia degli interventi della Linea 9 integrata, che si aggiunge a quella già prevista  delle Richieste di acquisto di servizi formativi, è quella delle Richieste di acquisto di servizi di consulenza da candidarsi a valere sulle risorse già disponibili, alle scadenze previste, per le singole regioni.
Le Richieste di acquisto di servizi di consulenza devono rispondere alle caratteristiche ed alle dimensioni economiche per esse previste dal Regolamento generale degli Inviti di Fondartigianato (Ed. ottobre 2017).

 

 

Soggetti presentatori

Possono presentare le Richieste di acquisto di servizi di consulenza esclusivamente le imprese aderenti al Fondo.

 

 

Durata delle Richieste di acquisto

Le consulenze di cui alle Richieste di acquisto presentate a valere sulla presente integrazione dovranno essere realizzate nei termini massimi di 8 mesi dalla loro approvazione.

 

 

Ammissibilità, verifica di conformità ed approvazione

Le Richieste di acquisto di servizi di consulenza  dovranno essere candidate a sportello, secondo le modalità indicate nella presente integrazione all’Invito 1° 2019..

L'istruttoria di ammissibilità è effettuata dalla Struttura Tecnica nazionale del Fondo, entro 8 gg lavorativi dal primo giorno successivo la data di candidatura a sportello delle Richieste di acquisto di servizi di consulenza avuto riguardo a:

 
  • titolarità della richiesta, che deve essere presentata da un’azienda aderente a Fondartigianato, attestata dalla documentazione attestante l’adesione ai sensi del Cap.6 del Regolamento generale degli Inviti (Ed. ottobre 2017);
  • presenza, in allegato, del preventivo su carta intestata, nonché timbrato e firmato, del consulente, redatto in data anche antecedente un mese dalla data di pubblicazione della presente integrazione all’Invito e che riporti anche periodo di validità del preventivo stesso;
  • costo del preventivo, a fronte del quale è assegnabile un contributo nei limiti di € 2.500. Si ricorda che l’IVA è riconosciuta tra i costi ammissibili in tutti i casi di indetraibilità.
 

È facoltà della Struttura Tecnica Nazionale richiedere chiarimenti durante l’istruttoria di ammissibilità della singola Richiesta, inviando delle difformità.

Le Richieste ritenute ammissibili verranno rese disponibili sulla piattaforma informatica per lo svolgimento della verifica di conformità delle stesse stessi agli ambiti di intervento previsti dalla presente integrazione all’Invito, da parte del Gruppo Tecnico di Valutazione istituito presso la sede Nazionale.
Nello specifico, la verifica di conformità sarà effettuata sulla base dei seguenti elementi:

 
  • consulenza per l’individuazione degli interventi da adottare in azienda e dei relativi costi, nonché degli eventuali fabbisogni formativi laddove già prefigurabili, per l’attuazione delle misure stabilite nei Protocolli condivisi di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro sottoscritti, a partire da quello sottoscritto il 14 marzo 2020, , su invito del Governo, tra le Parti Sociali e delle sue ulteriori declinazioni a livello nazionale, regionale, territoriale o settoriale;
  • consulenza in materia di organizzazione aziendale e dei relativi costi, nonché degli eventuali fabbisogni formativi laddove già prefigurabili, per la realizzazione di interventi chiaramente finalizzati alla riorganizzazione, riconversione o trasformazione affinché l’attività dell’azienda possa recuperare i margini di produttività o di mercato persi a causa del lockdown per l’emergenza sanitaria.
 

La verifica di conformità delle Richieste e la predisposizione dei relativi elenchi di finanziabilità e di non finanziabilità sarà effettuata entro 8 gg di calendario a partire dalla data di disponibilità di accesso alla piattaforma, anticipatamente comunicata dal Fondo al GTV, tramite apposita e-mail.
Al termine dell'attività, il Gruppo Tecnico di Valutazione redigerà un verbale di esito finale della verifica di conformità (di cui faranno parte integrante, in allegato, le schede-verbale di ciascuno delle Richieste valutate).  
La Struttura nazionale, acquisiti gli atti ricevuti dal GTV, provvede all'inoltro al CdA, corredandoli dell'elenco delle Richieste eventualmente non ammesse e dell’elenco di quelle eventualmente non finanziabili: il CdA procederà alla relativa delibera di approvazione (o non approvazione, o non ammissibilità).
Le Richieste finanziabili saranno sottoposti all'approvazione ed ammissione a contributo da parte del CdA sino ad esaurimento delle risorse stanziate per le singole  Regioni, seguendo l'ordine di candidatura (data e ora) sulla piattaforma del Fondo.
L'iter di approvazione delle Richieste si concluderà di norma nei 20 gg. di calendario successivi al termine di presentazione.
I periodi ricompresi tra il 1° ed il 31 agosto e tra il 22 dicembre ed il 6 gennaio potranno non essere considerati utili ai fini dello svolgimento dell’intero iter procedurale di valutazione ed approvazione delle Richieste.
Entro 5 giorni di calendario dalla delibera di approvazione ed ammissione a finanziamento, il Fondo invierà apposita comunicazione ai soggetti presentatori relativamente all’esito della procedura ed alle motivazioni che lo hanno determinato, in caso di risultato negativo (non ammissibilità della Richiesta, non inserimento in graduatoria perché non conformi) ovvero di non finanziabilità per esaurimento risorse.
Gli elenchi allegati alla delibera del Consiglio verranno pubblicati sul sito web del Fondo.

 

 

Risorse finanziarie

Il totale complessivo di risorse assegnate alla Linea 9, così come integrata dalle Richieste di acquisto di servizi di consulenza è quello reso già disponibile, nei limiti di € 1.000.000,00 (unmilione/00), ripartito a livello regionale.
Alla data di pubblicazione della presente integrazione, le risorse disponibili risultano pari agli importi indicati nella seguente tabella:

ABRUZZO
5.951,00
BASILICATA
1.828,00
BOLZANO
18.488,00
CALABRIA
3.378,00
CAMPANIA
3.939,00
EMILIA ROMAGNA
258.351,15
FRIULI VENEZIA-GIULIA
30.526,00
LAZIO
7.434,00
LIGURIA
11.067,00
LOMBARDIA
174.400,00
MARCHE
34.157,50
MOLISE
600,00
PIEMONTE
58.382,00
PUGLIA
14.813,00
SARDEGNA
12.284,00
SICILIA
7.570,00
TOSCANA
71.201,00
TRENTO
20.673,00
UMBRIA
13.550,00
VALLE D'AOSTA
1.362,00
VENETO
155.491,00
TOTALE
905.445,65
 

 

Modalità e termini per la presentazione delle Richieste di acquisto di servizi di consulenza

Le Richieste di acquisto di servizi di consulenza possono essere presentate, a scadenza continua ed aperta,dal 7 maggio  2020 fino ad esaurimento delle risorse.  
Esse dovranno comunque essere candidate sulla piattaforma informatica di Fondartigianato, nella quale sono predisposti appositi sportelli di presentazione entro il 15° giorno di ogni mese.
Ad ulteriore specificazione di quanto disposto nel Regolamento generale degli Inviti (Ed. ottobre 2017), si precisa che, per singola impresa, potrà essere presentata una sola Richiesta.

 

 

Informazioni

La presente integrazione all’Invito 1°- 2019 è disponibile sulla pagina del Fondo all’indirizzo: wwww.fondartigianato.it.
Per ogni ulteriore informazione riguardante la presentazione dei progetti e degli altri strumenti di formazione si può scrivere all’indirizzo mail: invito@fondartigianato.it oppure telefonare allo 06/70.45.41.00 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 e martedì e giovedì dalle 14 alle 17.

 
 

Roma, 29 aprile 2020

 

F.to IL VICEPRESIDENTE

F.to IL PRESIDENTE

 
Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro