• Linea 1: “Sostegno allo sviluppo dei territori e dei settori”

INVITO 1 - 2019

Domande & Risposte

Linea 1: “Sostegno allo sviluppo dei territori e dei settori”

D: In riferimento alla Linea 1: “sostegno allo sviluppo dei territori e dei settori” quali sono i soggetti che possono presentare i progetti di formazione?
I soggetti presentatori dei progetti di formazione sono i titolari degli stessi e sono tutti quelli indicati e previsti dal Regolamento Generale degli Inviti (Ed. Ottobre 2017, pag. 15).  Si precisa che, sia in forma singola o associata fra i citati soggetti, la formazione è rivolta solo ai loro dipendenti.

D: Un ente di formazione può presentare per un’azienda?
Si, purché sia accreditato per la formazione continua presso la regione territorialmente competente.

D: Che cos’è il Plafond?

Il Plafond è il contributo massimo richiedibile nell’arco dell’intera programmazione (Invito 1° - 2019_15 mesi).

D: Come si calcola il Plafond sull’Invito 1°- 2019?
Nell’Invito 1° - 2019 il Plafond che una impresa può richiedere, ovvero il contributo massimo richiedibile, viene calcolato tenendo conto di tutti i finanziamenti concessi a valere su tutte le linee di finanziamento, escluse: Linea 3_FSBA; Linea 5_Proposte Formative Voucher; Linea 8 _JIT e Linea 9_Richieste di acquisto di servizi formativi (queste ultime esclusivamente sull’Invito 1°- 2019).

D: Quali sono gli strumenti per l’analisi dei fabbisogni?
Gli strumenti per l’analisi dei fabbisogni sono quelli presenti all’interno del “Manuale di progettazione” presente all’interno del Regolamento Generale degli Inviti (Ed. Ottobre 2017) nella sezione Strumenti.

D: Qual è la dichiarazione di interesse per l’Invito 1° - 2019?
La dichiarazione di interesse è stata aggiornata al nuovo Invito ed è già presente tra i documenti di presentazione all’interno del Regolamento Generale degli Inviti (Ed. Ottobre 2017) sezione Strumenti.

D: Quali dimensioni economiche può avere un progetto aziendale?
Il valore del progetto aziendale dipende dalla classe dimensionale della singola azienda (vedi pag. 8 del Regolamento Generale Inviti).

D: Quali dimensioni economiche può avere un progetto non aziendale?
Il valore del progetto non aziendale può essere max 30 mila euro (fatto salvo il plafond relativo alla dimensione di ciascuna impresa).

D: Quali dimensioni economiche può avere un progetto pluriaziendale?
Il progetto formativo pluriaziendale può valere max 80 mila euro ma deve prevedere due o più imprese che, seppur collocate in regioni/territori diversi, agiscono tra loro con forme di cooperazione/relazione produttiva e/o organizzativa. Tale relazione deve essere descritta all’interno del progetto e supportata da apposito accordo di partenariato.
Da ultimo il Progetto pluriaziendale si deve riferire o ad un Piano Formativo Regionale oppure, se tali fabbisogni non sono presenti, è necessario predisporre un Piano Formativo Pluriaziendale ad hoc.

 
D: La partecipazione degli apprendisti ha un limite o dei vincoli?
No, gli apprendisti sono figure coperte, ovvero versano lo 0,30, e possono usufruire della formazione erogata dal Fondo senza che siano previsti vincoli o percentuali.

D: Il cofinanziamento è ancora valorizzato per l’attribuzione del punteggio sull’economicità?
No, per l’attribuzione del punteggio sull’economicità non viene considerato il cofinanziamento aziendale previsto. Il punteggio sull’economicità è dato dall’applicazione della formula matematica indicata nell’Invito.
Si precisa che il punteggio potrà valere da 0 (zero) a 7 (sette) senza scaglioni o misure proporzionali.


D. In riferimento al criterio 1.3 e 1.4 della griglia di valutazione, come si fa ad ottenere il punteggio?
Le informazioni inerenti il criterio 1.3 della griglia di valutazione, sono presenti in maniera dettagliata all’interno del “Formulario Linea 1 Invito 1° - 2019 con indicazioni per la compilazione”, presente sulla homepage di Fondartigianato, sezione Finanziamento e Formazione Continua.

Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro