INVITO3 - 2009

 

Natura ed entità delle agevolazioni

 

Nel rispetto della disciplina comunitaria degli aiuti di Stato, all'atto della presentazione del Progetto i soggetti presentatori dovranno indicare se i contributi alle imprese verranno concessi:

 
  1. in applicazione dell'art. 39 del Regolamento generale di esenzione per categoria (CE) n. 800/2008 della Commissione;
  2. come aiuto di importo limitato, ai sensi della Comunicazione della Commissione del 17 dicembre 2008 e del DPCM 3 giugno 2009.
 

Qualora la concessione del contributo avvenga dopo il 31 dicembre 2010, non potranno essere concessi aiuti di importo limitato a 500.000 €; questi saranno quindi concessi in regime "de minimis", ai sensi del Regolamento (CE) n. 1998/2006, salva la possibilità di optare per l'ipotesi sub a). Nei casi in cui venga applicato il regolamento n. 800/2008, l'impresa attesta il proprio status di PMI (tra le quali sono ricomprese anche le aziende artigiane) sulla base dei criteri di cui all'allegato I (pubblicato sul sito del Fondo: www.fondartigianato.it) dello stesso regolamento.

Nei casi in cui il contributo venga concesso come aiuto di importo limitato, questo non potrà superare i 500.000 €, tenuto conto di tutti gli aiuti ottenuti dalla medesima impresa allo stesso titolo e degli aiuti in regime "de minimis" ottenuti a partire dal 1° gennaio 2008. L''impresa rilascerà idonea dichiarazione in tal senso (Allegato C).

I contributi potranno raggiungere le seguenti percentuali dei costi ammissibili:

 
  1. come aiuto di importo limitato: fino al 100%;
  2. in applicazione del Reg. 800/2008:
  • Qualora si tratti di formazione specifica: il 25% per le grandi imprese, il 35% per le medie imprese, il 45% per le piccole imprese
  • Qualora si tratti di formazione generale: il 60% per le grandi imprese, il 70% per le medie imprese, l'80% per le piccole imprese.
 

E' prevista la maggiorazione del 10%, nei limiti di un'intensità massima dell'80%, qualora beneficiari della formazione siano lavoratori svantaggiati (1) e disabili (2), come definiti dall' art. 2 punti 18 e 20 del Reg. 800/2008.

Qualora sullo stesso Progetto siano previsti altri finanziamenti di fonte pubblica, l'aiuto cumulato non potrà comunque superare le intensità previste al punto precedente b) sull' entità dei contributi. Gli aiuti di importo limitato non sono cumulabili con aiuti in regime "de minimis" per gli stessi costi ammissibili.

In ogni caso, non potrà ricevere aiuti, il beneficiario destinatario di un ordine di recupero pendente a seguito di una precedente decisione della Commissione che dichiara un aiuto incompatibile con il mercato comune. Le imprese rilasceranno apposita dichiarazione in tal senso (Allegato C2).

Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro