INVITO3 - 2009

 

Costi Ammissibili

 

I limiti dei costi rimborsabili e, conseguentemente il contributo massimo erogabile per ogni intervento formativo devono essere coerenti con i seguenti parametri di costo,  nell'ambito dei quali gli importi di spesa previsti nel Progetto vanno definiti sulla base del miglior rapporto possibile fra finanziamento richiesto e qualità/obiettivi dell'attività che si intende realizzare:

 
Numero partecipanti
Costo giornata formativa (*) per partecipante () Min - Max
Fino a 6
240 - 270
Da 7 a 12
180 - 210
Da 13 a 18
150 - 170
Oltre i 18
130 - 150
Interventi trasversali: Informatica e Inglese di base - fino a 12 partecipanti
140 - 160
Interventi trasversali: Informatica e Inglese di base - oltre 12 partecipanti
120 - 135
Altri Interventi trasversali - fino a 12 partecipanti
150 - 170
Altri Interventi trasversali - oltre 12 partecipanti
130 - 150
 

Per tutti i Progetti/percorsi professionalizzanti che utilizzino metodologie formative di coaching e/o studio di caso, gli importi minimo e massimo del parametro giornata formativa per partecipante sono incrementati di € 30.

Per i singoli percorsi è possibile l'impiego di non più di due unità metodologiche tra loro abbinate e a scelta tra coaching, studio di caso, FAD e/o Project work: non è comunque possibile superare il 40% del totale delle ore di formazione previste complessivamente dal Progetto.

Per la redazione del budget preventivo e del rendiconto finale deve essere utilizzato l'apposito schema inserito nella modulistica allegata (Allegati B2 e B3). Essendo richiesta la redazione di budget/rendiconti separati per percorso (oltre a quelli complessivi), è ammessa la possibilità di utilizzare i diversi parametri di costo sopra previsti, laddove i Progetti contemplino interventi  con differenti caratteristiche/finalità.

Le attività previste nei Progetti che danno luogo a spese ritenute ammissibili possono riguardare: l'attività di coaching, l'analisi dei fabbisogni, la progettazione dell'intervento, l'orientamento e la selezione dei partecipanti, la preparazione e l'elaborazione dei materiali didattici, la formazione, l'attestazione finale di partecipazione ed, eventualmente, delle competenze acquisite in uscita, l'accompagnamento ed il tutoraggio, l'attività seminariale e di stage, il monitoraggio delle attività in itinere e la valutazione di impatto (finale ed ex post).

Pertanto le voci di costo ammissibili, esemplificate ed aggregate in quattro categorie, con alcuni massimali di spesa, sono:

 
  1. Spese di personale
  2. Spese d'aula
  3. Spese dei destinatari
  4. Altre spese
 

a) Personale

 

Fanno parte di questa categoria e sono ritenute ammissibili al rimborso le seguenti voci:

 
  • Docenza e codocenza
  • Tutoraggio
  • Elaborazione dei materiali didattici
  • Progettazione e programmazione didattica
  • Orientamento, counselling, bilancio delle competenze
  • Coaching
  • Studi di caso
  • Coordinamento
  • Misure di accompagnamento
  • Selezione e colloqui preliminari
  • Monitoraggio/Valutazione d'impatto e verifiche finali
  • Assistenza tecnica e consulenza
  • Direzione, Segreteria ed Amministrazione
  • Spese di viaggio vitto e pernottamento
  • Altro
 

Relativamente ad alcune delle sopraelencate voci di spesa, sono stabiliti massimali di costo orario ai fini del riconoscimento del contributo. Più specificatamente:

 
  • Tutoraggio: € 30,00;
  • Coordinamento: € 40,00;
  • Direzione:  €40,00;
  • Segreteria e Amministrazione € 30,00.
 

Tali limiti potranno essere superati qualora si tratti di attività svolte da personale dipendente o assimilato, fermo restando il limite massimo di contributo previsto per la voce di spesa Direzione, Segreteria e Amministrazione.

In presenza di cofinanziamento del Progetto, la voce Direzione, Segreteria ed Amministrazione non può superare il 20% del contributo approvato.  In assenza di cofinanziamento, la predetta voce non può superare il 15% del contributo approvato.

 

b) Aula

 

Fanno parte di questa categoria e sono ritenute ammissibili al rimborso le seguenti voci:

 
  • Immobili (affitto o quota di ammortamento) e costi connessi
  • Servizi di consumo (elettricità, collegamenti telematici e spese telefoniche, etc.)
  • Attrezzature didattiche (affitto o leasing)
  • Laboratori specializzati (affitto o leasing)
  • Aule informatiche (affitto o leasing)
  • Altro
 

c) Destinatari

 

Fanno parte di questa categoria e sono ritenute ammissibili al rimborso le seguenti voci:

 
  • Spese di viaggio, vitto, pernottamento
  • INAIL ed assicurazioni integrative
  • Materiali didattici e di consumo
  • Costo della retribuzione, comprensivo degli oneri sociali riflessi, come previsto dal CCNL
  • indennità di frequenza, laddove prevista da accordi sindacali
  • Altro
 

d) Altre spese

 

Fanno parte di questa categoria e sono ritenute ammissibili al rimborso le seguenti voci:

 
  • Spese di promozione, pubblicizzazione delle iniziative formative (per un massimo del 10% del contributo approvato)
  • Oneri generali di gestione (per un massimo del 20% del contributo approvato, inclusi oneri finanziari, fideiussioni, assicurazioni)
  • IVA indetraibile
  • Altro
 

In presenza di cofinanziamento del Progetto, il contributo richiesto al Fondo deve comunque riguardare spese direttamente connesse allo svolgimento delle attività formative.

 

Linea M - Micro imprese:Richieste di acquisto di servizi formativi all'innovazione

 

Nel caso di Richieste di acquisto di servizi formativi l'importo totale di contributo assegnabile è pari all'80% del costo del servizio e, comunque, non superiore a € 2.000,00 per ciascun lavoratore destinatario.

All'interno dell'importo totale del contributo assegnato alle Richieste,  sono riconoscibili:

 
  • nei limiti del 5% del contributo approvato, i costi sostenuti per le attività legate alla preparazione, presentazione e rendicontazione delle Richieste (costi di personale come da elenco sub a) dei costi ammissibili per i Progetti di formazione);
  • nei limiti del 10% del contributo approvato per la traduzione (laddove il servizio acquistato non lo preveda) dei contenuti formativi in unità di competenza e per la verifica di apprendimento ed il rilascio della dichiarazione di competenze, anche in aggiunta ad attestati/certificazioni rilasciati direttamente dal soggetto fornitore del servizio formativo: la realizzazione di tali attività deve comunque essere garantita dal soggetto presentatore e titolare della Richiesta.
Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro