• Comunicazione  
  • News  
  • Invito 2°-2013 - Linea 1 - scad. 21/7/2015: pubblicato dispositivo sperimentazione nuova procedura di valutazione

NUOVA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI PRESENTATI A VALERE SU LINEE DI FINANZIAMENTO A RIPARTO REGIONALE

 

SPERIMENTAZIONE DEL NUOVO ITER DI AMMISSIBILITA' E VALUTAZIONE DEI PROGETTI - SCADENZA DEL 21 LUGLIO 2015 DELLA LINEA 1 INVITO 2°-2013

 

1. L'istruttoria di ammissibilità dei Progetti verrà eseguita dalla Struttura nazionale del Fondo con riferimento ai requisiti previsti allo specifico punto dell'Invito: i Progetti ritenuti ammissibili verranno resi disponibili sulla piattaforma informatica per lo svolgimento della valutazione dei Progetti stessi da parte dei Gruppi Tecnici di Valutazione delle singole Regioni.
Per l'ammissibilità di tutti i Progetti di tutte le Regioni, la Struttura del Fondo dispone di complessivi 50 gg. di calendario.

2. Dal momento in cui i Progetti saranno resi ammissibili vengono trasferiti ai Gruppi Tecnici di Valutazione di ogni Regione. La procedura di valutazione (ovvero l'attribuzione dei punteggi) e la trasmissione della proposta di graduatoria al Fondo da parte dei corrispondenti Comitati Paritetici Regionali deve esaurirsi entro 15 gg. complessivi di calendario.
I criteri e pesi per l'attribuzione dei punteggi restano quelli attualmente stabiliti nell'Invito.
E' facoltà di ciascun Gruppo Tecnico di Valutazione Regionale richiedere chiarimenti sui Progetti ai Soggetti presentatori. Al termine dell'attività di valutazione il Gruppo Tecnico di Valutazione redigerà un verbale di esito finale di valutazione (di cui faranno parte integrante, in allegato, le schede-verbale di ciascuno dei Progetti valutati) e lo trasmetterà al Comitato Paritetico dell'Articolazione Regionale.
I Progetti valutati con punteggio non inferiore a 51/85 sono inseriti in una graduatoria, predisposta dal Comitato Paritetico, all'interno della quale viene evidenziata la premialità aggiuntiva acquisibile in base alla condivisione realizzata da ciascun Progetto e la risultanza del punteggio complessivo.
Il verbale di predisposizione della graduatoria riporterà, altresì, in allegato l'elenco dei Progetti non inseriti in graduatoria.

3. La Struttura nazionale acquisisce gli atti ricevuti da tutte le Regioni (fatto salvo quanto previsto al successivo punto 4) per l'inoltro al CdA, corredandoli anche dell'elenco dei Progetti eventualmente non ammessi: il CdA procederà alla relativa delibera di approvazione (o non approvazione, ecc.).
I Progetti in graduatoria saranno sottoposti all'approvazione ed ammissione a contributo da parte del CdA sino ad esaurimento della specifica Linea di finanziamento.
Qualora siano posti in graduatoria Progetti valutati con identico esito di punteggio, ivi compresa l'assegnazione della premialità come da condivisione, e a fronte di risorse disponibili insufficienti per il finanziamento dell'insieme dei
Progetti medesimi, si darà precedenza di finanziamento seguendo l'ordine di candidatura (data e ora) sulla piattaforma del Fondo.

4. L'iter di approvazione dei Progetti per tutte le Regioni deve concludersi nei 75 gg. di calendario successivi al termine di presentazione.
Se il singolo GTV non esaurisce il proprio compito nel termine stabilito, interviene in surroga il livello nazionale del Fondo.
I periodi ricompresi tra il 1° ed il 31 agosto e tra il 22 dicembre ed il 6 gennaio non saranno considerati utili ai fini dello svolgimento dell'intero iter procedurale di valutazione ed approvazione dei Progetti.

5. Entro 5 giorni di calendario dalla delibera di approvazione ed ammissione a finanziamento, il Fondo invierà apposita comunicazione ai soggetti presentatori relativamente all'esito della procedura ed alle motivazioni che lo hanno determinato, in caso di risultato negativo (non ammissibilità del Progetto, non inserimento in graduatoria per mancato raggiungimento del punteggio minimo previsto) ovvero di non finanziabilità per esaurimento risorse.

Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro