Ci chiedono spesso...

 

A CHI SI RIVOLGE
 FONDARTIGIANATO?

Alle piccole e medie imprese e ai
consulenti di impresa
, che possono
guidare le imprese nella scelta delle
iniziative volte allo sviluppo.

 

QUALI VANTAGGI OFFRE
 FONDARTIGIANATO?

Le possibilità di realizzare progetti di
formazione gratuitamente e in tempi
rapidi.

 
 
 

 

QUALI SONO I SERVIZI FORMATIVI
FINANZIATI?

Fondartigianato finanzia gratuitamente:
-  Progetti di formazione
-  Voucher formativi
-  Acquisto di servizi formativi

 

IN QUALI CONTESTI?

 

-  Settori produttivi
-  Microimprese
-  Distretti
-  Filieri e reti di imprese

 
 
 
 
 

Per quali esigenze viene erogata
la formazione finanziata?

 
Innovazione tecnologica
Innovazione di prodotto
Innovazione di processo
Salute e sicurezza
Ambiente
Energie Rinnovabili
Pari Opportunità
Alta Formazione
Integrazione sociale
 

A QUANTO AMMONTA IL SALDO DEI CONTRIBUTI VERSATI DALLA MIA AZIENDA ?

E' necessario cercare di comprendere il motivo della richiesta, stante il fatto che nei processi organizzativi/operativi di Fondartigianato non è prevista la quantificazione di quanto versato dalle singole aziende. Fondartigianato, infatti, non opera attraverso il conto aziendale, ma esclusivamente tramite bandi pubblici denominati INVITI.

Le imprese associate al nostro Fondo, pertanto, possono presentare Progetti a valere sulle risorse stanziate attraverso i nostri bandi, a prescindere da quanto versato fino al momento della candidatura.

L'unico caso per il quale Fondartigianato provvede alla verifica dei contributi versati dalla aziende è quello a seguito di passaggio dell'impresa ad altro Fondo.

Quindi, nel caso in cui una azienda, che abbia già trasferito la propria adesione ad altro Fondo, intenda richiedere l'eventuale portabilità dei contributi versati fino al momento della revoca dell'adesione, dovrà inviare alla sede nazionale di Fondartigianato (e, per conoscenza, al Fondo di nuova adesione) una apposita richiesta firmata in originale, nella quale dovrà essere altresì specificatamente dichiarato, ai sensi del DPR 445/2000, che l'impresa non risponde, in ciascuno dei tre anni precedenti,alla definizione comunitaria di piccola impresa di cui alla raccomandazione dell'Unione Europea n. 2003/361/CE (ovvero che ha più di 50 dipendenti e fatturato o bilancio totale annuo superiore a 10 milioni di euro). Solo in presenza di questo requisito, così come autocertificato, provvederemo ad effettuare i conteggi e a trasferire al nuovo Fondo il 70% dei contributi versati negli ultimi 3 annui, al netto di eventuali interventi formativi già finanziati da Fondartigianato ed a condizione che l''importo da trasferire sia superiore a € 3.000 (come previsto dall'art. 19, comma 7-bis Legge 2/2009).

E' importante conoscere prima queste condizioni, per evitare di effettuare la revoca da Fondartigianato pensando di "portare" via con sé i contributi versati, senza che questo poi si realizzi effettivamente.

Se poi l'aspettativa dell'impresa, aderendo ad un altro Fondo, è comunque quella di disporre del c.d. conto formazione, invitiamo a riflettere sulla scelta anche in relazione al numero dei propri dipendenti, poiché nel caso di aziende di piccolissima dimensione, con il solo contributo accantonato sarà molto difficile finanziare interventi formativi, atteso che il valore dello stesso per ciascun lavoratore è quantificabile in media tra i 40 ed i 50 euro all'anno.

 

COME USUFRUIRE DI QUESTE OPPORTUNITÀ?

Basta aderire a Fondartigianato e presentare il proprio programma di formazione per ottenere i finanziamenti.

 

Sei pronto a iniziare il viaggio nel mondo della formazione?

 
Condividi

Parti sociali costituenti
  1. Confartigianato
  2. CNA
  3. Casa Artigiani
  4. CLAAI - Conferederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane
  5. CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro
  6. CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori
  7. UIL - Unione Italiana del Lavoro